top of page
Cerca

Come leggere le etichette nutrizionali

Aggiornamento: 16 mag 2022

Saper leggere le etichette nutrizionali è il primo passo verso uno stile di vita sano e un'alimentazione più informata e consapevole.


Come leggere le etichette nutrizionali
Come leggere le etichette nutrizionali


L’etichetta nutrizionale è nata per indicare ai consumatori gli ingredienti e nutrienti contenuti nei vari prodotti alimentari.

Saper interpretare le etichette nutrizionali è molto importante perché ci aiuta a sapere:


- quello che introduciamo nel nostro corpo

- quanti macro e micro nutrienti andremo ad assumere

- presenza di allergeni che possono mettere a rischio la nostra salute

- valutare se possiamo fare scelte migliori


Purtroppo però non è sempre facile saperle interpretarle perché:


- viene insegnato da poche persone

- se non hai le conoscenze necessarie, può risultare difficile capire le quantità e la qualità degli alimenti che andremo ad assumere

- si può sottovalutare la presenza di determinati ingredienti (ex. dolcificanti, additivi, etc) che possono essere nocivi per la nostra salute


Ora passiamo alla parte pratica:


Quello che leggi è ciò che mangerai


Non fermiamoci a leggere le indicazioni riportate sulla parte frontale della confezione! (ex. senza olio di palma, senza grassi idrogenati, senza zuccheri aggiunti, etc). Se giri la confezione e vai a leggere quali ingredienti effettivamente ci sono nei prodotti, potresti rimanerci male perchè sicuramente non ci sarà l’ingrediente millantato ma potrebbero esserci altri ingredienti (ex. dolcificanti, allergeni, zucchero meno raffinato) che possono interferire negativamente alla tua salute nonostante siano assolutamente commestibili



Come potrai notare questo dado vegetale, il quale dovrebbe essere composto da solo verdure e sale, ha ben 9 ingredienti. In seguito ti mostrerò un'ottima alternativa.


Non ti scoraggiare se nessuno ti ha mai insegnato come leggere le etichette nutrizionali. Non sei l’unico/a!


Quando parlo con i miei pazienti riguardo questo argomento spesso mi dicono che non sono molto sicuri su cosa cercare. Trovano le etichette confusionarie, fuorvianti e di difficile interpretazione.


Un esempio eclatante è con i pazienti diabetici che guardano solo la quantità di zucchero contenuto nell’alimento e non tengono in considerazione dei carboidrati (anche quelli sono zuccheri!!)





Verità (o bugie) nella pubblicità


Le informazioni dettagliate sulle etichette possono supportare, o talvolta smentire, le indicazioni sulla salute fornite dal prodotto stesso.


Per esempio la scatola di cereali che si definisce “ricca in proteine” o “ricca di fibre” è tale solo se servita con l’aggiunta di una tazza di latte vaccino. Oppure quelle patatine con “poco sale” hanno comunque più sodio di quanto dovresti assumere durante l'intero arco della giornata.


Saper consultare i valori nutrizionali può aiutarti a capire esattamente cosa ti stanno vendendo e se la pubblicità rispecchia effettivamente il prodotto. In questo modo sarai padrone delle tue scelte e nessun’azienda potrai più ingannarti!



Le etichette nutrizionali sono un po’ astratte


Quando guardiamo un'etichetta dobbiamo distinguere i diversi valori riportati. Sono sempre riportati i valori nutrizionali per 100g di prodotto; sempre di più sono riportati anche i valori per la dose giornaliera consigliata.


Le etichette nutrizionali sono utili per la nostra salute


Le etichette nutrizionali sono particolarmente utili per coloro che hanno bisogno o devono cambiare il proprio stile di vita. Molte persone ricevono dai medici parametri molto specifici sulla quantità di alcuni alimenti che possono assumere.

Per esempio le persone con il diabete devono moderare l’assunzione di carboidrati, le persone con ipotiroidismo hanno bisogno di assumere sale iodato, le persone con endometriosi devono ridurre al minimo l’assunzione di alimenti contenenti fitoestrogeni e ormoni, etc.


Consultare l’etichetta nutrizionale è molto importante ma non deve diventare un’ossessione!


Sebbene le etichette nutrizionali possono sembrare per molti semplici informazioni, per altre persone, magari emotivamente più fragili, possono diventare una vera e propria ossessione!


Spesso le informazioni contenute nelle etichette nutrizionali possono innescare un’ossessione per calorie, grassi e zuccheri nelle persone con disturbi alimentari.


Se hai disturbi alimentari, prova a parlarne con la tua famiglia, il tuo nutrizionista o il tuo terapista. Sicuramente potranno aiutarti e trovare una soluzione insieme a te!


Per ricapitolare


Non farti ingannare dalla pubblicità sulla confezione dei prodotti

Inizia a consultare le etichette nutrizionali dei prodotti che hai in casa

Ricordati che le indicazioni nutrizionali sono spesso rapportate a 100g di prodotto

Leggere i contenuti dei prodotti che stai mangiando è molto importante ma non deve diventare un’ossessione!

Se hai bisogno di approfondire l’argomento, non esitare a prendere un appuntamento con me! Offro anche servizi personalizzati per come affrontare al meglio la spesa della settimana o ti posso addirittura accompagnare a fare la spesa!


Grazie per aver letto questo post!



172 visualizzazioni

Yorumlar